FANDOM


Da piccolo sono stato sempre appassionato dai fenomeni paranormali, ma quando vidi per la prima volta il mio amico non conoscevo molto questo genere di storie.

Tutto è iniziato nel 2004, avevo circa 7 anni, un bel giorno d'estate la mia famiglia ed io eravamo andati nella nostra casetta estiva in Maddalena, mi piaceva tantissimo quel posto, si sentiva un'aria fresca che ti accarezzava, era tutto perfetto, come gli anni prima.

Come ogni giorno, dopo mangiato, io, mio fratello maggiore e mio padre uscivamo per fare 2 passi in mezzo al verde. Qui iniziò la storia con il mio amico, ero con mio fratello che confrontavamo la nostra abilità di tiro con delle pigne, ci piaceva tantissimo vedere chi riusciva a lanciarle più lontano.

Lanciai la mia pigna abbastanza lontano, corsi a prenderla, dopodiché alzai lo sguardo, e lo vidi. Era li che mi fissava, appoggiato ad un albero.

"Trovata?" Urlò mio padre, riferendosi alla pigna.

"La sto cercando!" Risposi. Non potevo perderla perché in quella zona abbiamo trovato solo 3 pigne, altre si potevano trovare più in cima alla montagna.

Mentre cercavo la pigna, ogni tanto mi giravo per vedere se l'uomo era ancora li, infatti così fu. Lasciai perdere, trovai la pigna e tornai da mio padre e subito gli raccontai dell'uomo che avevo visto così lui andò a verificare ciò.

L'uomo era scomparso... Non poteva essere scappato in così poco tempo, era una strada tutta diritta, anche se fosse stato veloce lo avremmo visto lo stesso. Mio padre disse che me lo ero immaginato, così lo pensai anche io.

Durante il ritorno a casa continuai a pensare a quell'uomo, lo pensai così tanto che lo sognai. Era un sogno diverso da tutti quelli che avevo fatto fino ad allora. Il mio primo sogno lucido, almeno spero sia stato lucido...

Questo è il sogno che feci quella notte: 

"Mentre ero nel letto, qualcuno bussò alla porta, pensai che fosse mio padre che era andato in cantina a prendere da bere però aprendo la porta non vidi nessuno, sentii qualcuno che mi chiamava per nome, da lontano. Lo sentivo benissimo, era proprio il mio nome, quando quel qualcuno mi chiamò per la terza volta, pronunciò anche il mio cognome. Capii al 100% che stava parlando con me... Non avevo paura, (Ricordatevi che è tutto un sogno questo, ecco forse il motivo per cui non avevo paura) Uscii di casa e mi avviai verso la voce per poi finire nel punto dove avevo perso la pigna lo stesso giorno, quindi ricordai l'uomo bianco che vidi in quel momento, alzai lo sguardo e con spavento lo vidi, era ancora lui che mi guardava con la sua faccia, ecco, la sua faccia, aveva qualcosa di strano, da lontano non vedevo molto bene ma potevo notare la sua carnagione bianca, proprio bianco puro. Ad un certo punto lo sentii muoversi così abbassai lo sguardo per cercare qualcosa da lanciargli ma lo rialzai subito perché qualcosa era apparso davanti a me. Era lui, l'uomo bianco, davanti a me, ora potevo vedere bene la sua faccia, mi spaventai quando vidi, anzi, quando NON vidi niente, vuoto, niente occhi, naso, bocca o orecchie. Indossava un abito elegante, mi sembrava un smoking molto sgualcito, poi mi prese. Io non capii come avesse fatto a prendermi, era a più di 2 metri da me, in pochi secondi mi trovai all'altezza del suo volto, ci stavamo guardando, anche se non aveva gli occhi sapevo che mi stava guardando, guardai giù e mi vennero le vertigini, quanto ero in alto? Mi porto a terra e mi diede un bigliettino, appena guardai il bigliettino lui sparì."

Mi svegliai proprio dopo avevo aperto il bigliettino, non lo avevo ancora letto però. Con mia sorpresa era finito nella mia tasca, che strano...come ci è finito li?

Fatto sta che non volevo leggerlo, mi metteva troppa paura, però non lo buttai, e non feci parola con nessuno sull'accaduto.

Oggi, 2013, ho 16 anni e sono appassionato di Creepypasta, fenomeni paranormali e creature spaventose come Smile.dog, Slenderman, The Rake e così via. Ieri in cantina trovai un bauletto piccolo, aveva un piccolo lucchetto con scritto "Proprietà di Matteo", era la mia grafia.

"Ora mi ricordo! Ci avevo messe dentro il.....il biglietto..."

Mi terrorizzai da solo al pensiero di quell'uomo che incontrai 9 anni fa, ora so chi era, so tutto di lui. Così, aperto il bauletto, presi il biglietto, e con coraggio lo lessi, c'era scritto solo " 9 years ago... we will meet again" Strana situazione, erano passati esattamente 9 anni dall'accaduto, io e lo Slenderman ci saremmo dovuti incontrare ancora una volta, ci sto, accetto la sfida, lo Slender non mi fa paura!

Sono le 3:21 del mattino, sono scappato di casa, si, la stessa casa dove vidi Slender la prima volta, sto andando nel punto dove ci incontrammo e lui era li, che mi aspettava. Penso che voglia uccidermi, Slender fà così con le sue vittime, invece si sta avvicinando tranquillamente, mi ha appena messo una mano nella spalla, come solo un'amico sa fare e capisco una cosa, lui è triste. Sapete, lo sono anche io in questi giorni ho appena rotto con la mia ragazza e sono ancora giù di morale, e pochi giorni fa è morto Thor, il mio bellissimo cane. Ora ci siamo seduti su una roccia, poverino, sta molto male perché non trova più suo figlio, aspetta, come faccio a saperlo? Slender me lo ha fatto capire, forse? Fatto sta che ci avviamo verso chissà dove, io e il mio amico bianco.


L'amico..jpg







Racconto appartenente a Creepypasta Italia Wiki

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale